SERVIZI





Consulenza, Sostegno e psicoterapia alla persona
(bambini, adolescenti ed adulti) che vive una situazione di disagio.

  • ansia, attacchi di panico, depressione, disturbi dell’umore
  • difficoltà relazionali con il partner, con i figli, con i familiari, sul lavoro
  • disagio legato ad eventi di vita stressanti: lutti, nascite, separazioni, licenziamento, insorgenza di patologie organiche
  • bullismo

Consulenza, Sostegno e Psicoterapia con la Coppia
finalizzato ad aiutare i coniugi/conviventi in difficoltà a superare i momenti critici che incontrano nel loro cammino.

  • conflitti coniugali, difficoltà relazionali, difficoltà con le famiglie d’origine
  • difficoltà legate alla sessualità
  • gestione della separazione

Consulenza, Sostegno e Psicoterapia alla Famiglia

  • Sostegno alla Genitorialità biologica, adottiva e affidataria
  • Gestione della genitorialità nella separazione

Supervisioni rivolte a psicologi, psicoterapeuti, educatori

Interventi di riabilitazione e potenziamento nei casi di difficoltà e disturbi specifici dell’apprendimento

Valutazione psicodiagnostica ed interventi specifici e riabilitativi di potenziamento delle abilità inerenti il rendimento scolastico, l’autostima e la motivazione. Con l’obiettivo di recuperare abilità, valorizzare i punti di forza, fornire strumenti e strategie per poter apprendere attraverso modalità alternative.

Trattamento Logopedico

AREE DI INTERVENTO

Età evolutiva

  • Ritardo e disturbi del linguaggio
  • Disturbi dell'apprendimento (lettura-scrittura-calcolo)
  • Disprassia evolutiva verbale o disartria evolutiva (bambini sindromici, con PCI, nei disturbi pervasivi dello sviluppo/autismo)*
  • Deglutizione atipica**
  • Disfonie

Età adulta

  • Disturbi neuropsicologici da danno acquisito
  • Afasia
  • Grave cerebrolesione acquisita (GCA)
  • Disfagia***
  • Paralisi del faciale ***
  • Disturbi della voce****
  • Disartria
  • Disfonie

TRATTAMENTI SPECIALISTICI SPECIFICI:

  • *Il trattamento PROMPT© (FORMAZIONE PROMPT© DI PRIMO LIVELLO  - INTRODUCTION TO PROMPT: TECHNIQUE): approccio multidimensionale sviluppato specificatamente per il trattamento cognitivo-comunicativo-linguistici che riconoscono nel deficit del controllo motorio articolatorio una parte importante delle difficoltà sperimentate dal paziente (per esempio il caso dei bambini con disprassia evolutiva verbale e con disartria evolutiva, sia in forma isolata, sia nel contesto di disturbi evolutivi complessi (ad esempio nel disturbo dello spettro autistico), ma anche più in generale, dei bambini con disturbi e ritardi di linguaggio e negli adulti con aprassia articolatoria).
  • **Terapia MIOFUNZIONALE secondo il Metodo Andretta o secondo il Metodo Bertarini.
  • ***Applicazione di Taping NeuroMuscolare (modulo base) nella terapia logopedia, con criteri terapeutici, volto a migliorare la risposta al trattamento nella rieducazione funzionale delle disabilità comunicativo-linguistiche, cognitive e della deglutizione.
  • ****Trattamento logopedico individuale LSVT® LOUD: tecnica di trattamento della voce e dell’eloquio nella patologia neurologica dell’adulto e del bambino con particolare attenzione alla malattia di Parkinson.


Altri servizi

  • Corsi
  • Progetti di prevenzione nelle scuole
  • Terapia di gruppo
  • Consulente Tecnico di Parte in ambito civile (CTP)

COME LAVORIAMO



Il successo di una terapia è dato da vari ingredienti, il primo di questi è senza dubbio la persona-paziente, gli altri elementi sono: la persona-terapeuta, la relazione terapeutica, il metodo, e i fattori extra-terapeutici. Gli psicoterapeuti devono necessariamente considerare tutti questi fattori e la loro combinazione ottimale durante la terapia (Norcross, Beutler e Levant, 2006).

La relazione terapeutica, quindi, non è l’unico fattore, ma è quantomeno un importante predittore che offre un contributo importante e fondamentale all’esito della terapia.

La percezione di sicurezza-validazione-piacere esperita all’interno della relazione terapeutica permette la riorganizzazione della configurazione affettiva e la riduzione degli automatismi precedentemente appresi, con la conseguente attivazione delle risorse personali, promuovendo la crescita di complessità del sistema.

All’interno del contesto terapeutico la persona-paziente e la persona-terapeuta hanno la possibilità di incontrarsi in “momenti presenti” (Stern, 2005) in una relazione caratterizzata da empatia, sintonia e sincronizzazione dei tempi e dei ritmi. In queste condizioni di regolazione affettiva la persona-paziente può permettersi di far emergere e condividere narrazioni e ricostruire sequenze autobiografiche con nuovi significati.

La persona-terapeuta, dal canto suo, è una presenza proattiva, flessibile, coerente e testimone dei processi di narrazione della persona-paziente. In una situazione così affettivamente stabilizzata e validante la persona-paziente ha la possibilità di sentirsi protagonista e di accorgersi della propria esperienza.

È di fondamentale importanza non focalizzarsi sulla patologia o sul sintomo ma valorizzare le risorse che hanno permesso alla persona di sopravvivere. La relazione terapeutica, infatti, non deve essere connotata in termini paziente-malato ed esperto-psicoterapeuta, la persona-paziente è una storia, una vita intrecciata con altre storie e altre vite. Questi scambi intersoggettivi hanno caratteristiche di unicità, proprio perché uniche sono le persone che si incontrano in quel momento, unico e irripetibile.

Questo sito utilizza i cookie. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie. OK · Info